Scelta di lettere familiari ... precedute da un cenno intorno allo studio della lingui italiani ...

Front Cover
Girolami Tasso, 1846 - 208 pages
0 Reviews
Reviews aren't verified, but Google checks for and removes fake content when it's identified
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Common terms and phrases

Popular passages

Page 107 - Or tu chi se' che vuoi sedere a scranna Per giudicar da lungi mille miglia Con la veduta corta d...
Page 52 - Balzano travato si dice quando il bianco è nel piede dinanzi, e nel piede di dietro dalla stessa banda...
Page 93 - Spero col suo ajuto, e con i suoi amorevoli consigli poterne tor via la ruvidezza, il troppo ed il vano. Beva ella intanto il claretto.
Page 25 - Bartoli, è da considerare che pari o somigliante a quel terribile e stupendo Bartoli non abbiamo nessuno. Il quale nelle istorie volò come aquila sopra tutti i nostri scrittori; e tanto corse lontano dalla consuetudine del suo secolo, che niun critico sagacissimo potrà mai in quella forma di scrivere trovare minimo indizio o sospetto della età. Di Paolo Segneri, che fu scolare molto amato al Pallavicino, si potrà dire che vincesse il maestro nell' abbondanza dello stile, nella scioltezza, nella...
Page 39 - Una sola prerogativa riconosco in me, ma ella è una prerogativa di desiderio, e non di fatto. Desidererei di poter sciogliere gli uomini da que...
Page 89 - Se uno dei più nobili profeti del Vecchio Testamento avesse oggi dovuto parlar con Dio per un affare simile a quello dello assedio di Vienna, non avrebbe potuto farlo né più maestosamente né con più decorosa e santa umiltà di quella con la quale VS Illustrissima ha distesa la sua canzone
Page 33 - Francia e Spagna; a me piace abitar la mia contrada. Visto ho Toscana, Lombardia, Romagna, quel monte che divide e quel che serra Italia, e un mare e l'altro che la bagna.
Page 97 - Accetti ella da me il buon animo; siccome resti certificata da me, che questa canzone, a mio giudizio, è la più poetica , e la 'più piena di nobili fantasie di quante ella ne abbia mai fatte. Oh quanto mi piace! Oh quanto, oh quanto è bella! Oh che nobili
Page 22 - Toscani e alcuni altri in assai scarso numero, *ion fu mai cosi trascurata la nostra lingua, come in quel secolo. Appena si può ora soffrir la lettura della maggior parte de* libri , che allora vennero a luce , così ne è incolto e rozzo lo stile e pieno di barbarismi. Tutto 1* ingegno della maggior parte degli Scrittori era rivolto a...
Page 50 - ... il vino rosso di Pietra nera, che mi dona il serenissimo Granduca. Quel che fu il bello si è, che a mezza cena comparve il signor Antonio Malatesti ; ed il buon uomo volle mettersi a tavola, e bevve più che la sua parte di quel Pietra nera, innacquandolo per ischerzo con certo trebbianti di Spagna delle vigne di Castello.

Bibliographic information