Opere del cardinale Pietro Bembo: Della volgar lingua

Front Cover
Società tipografica de'Classici italiani, 1810
 

Selected pages

Contents

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 89 - Era di necessità eziandio che, in tutti i verbi della prima maniera, la A si ponesse nella penultima sillaba; sì come in quegli della seconda e della terza la E, e in quegli della quarta la / necessariamente si pongono. Ma l'usanza della lingua ha portato che vi si pone la E in quella vece, e dicesi Amerò Porterò. Il che si serba nelle altre voci tutte di questo tempo, le quali voci, sì come quelle de' tempi già detti, da questa prima pigliandosi, agevolmente si formano.
Page 39 - ... conceduta che sia al pennello del dipintore, il quale senza alcuna riprensione, o almen giusta, lasciamo stare che egli faccia a san Michele ferire il serpente con la spada o con la lancia e a san Giorgio il dragone dove gli piace, ma egli fa Cristo maschio...
Page 61 - ... uom fece, o di dire che alla donna non fosse bene investito; anzi per commendar l'uomo, e biasimare la donna; e per mostrare che anche gli uomini sanno beffare chi crede loro, come essi, da cui egli credono, son beffati...
Page 95 - Io ho, vivendo, tante ingiurie fatte a Domenedio che, per farnegli io una ora in su la mia morte, né più né meno ne farà.
Page 86 - ... sappiendo la lingua di lei (il che molto a grado l'era, sì come a colei alla quale parecchi anni a guisa quasi di sorda e di mutola era convenuta vivere, per lo non aver persona...
Page 101 - Disidererei, dicendosi; e quello che disse Dante: Chi volesse Salir di notte, fora egli impedito D'altrui, o non sarria, che non potesse ', in vece di Saliria. Il che parimente in ciascuna persona et in ciascun numero di questi e d'altri verbi si fa, ne
Page 103 - ... e nella E elle escono e finiscono parimente. Quelle poi delle altre tre maniere ad un modo tutte escono nella A, Io voglia, Tu legga, Quegli oda et il medesimo appresso fanno le rimanenti a queste.
Page 108 - ... averò desinato, quando tu ti leverai. E questa voce tuttavia, se si pone alle volte senza la condizion seco avere, non vi si pon perciò mai, se non di modo che...
Page 103 - Ez elle escono e finiscono parimente. Quelle poi delle altre tre maniere ad un modo tutte escono nella A, Io voglia Tu legga Quegli oda, e il medesimo appresso fanno le rimanenti a queste. Solo il verbo Sofferire esce di questa regola che ha Sofferi. Doglia e Toglia e Scioglia, Dolga e Tolga e Sciolga si son dette parimente da' poeti, e le altre loro voci di questa guisa, Tolgano Dolgano e simili.
Page 31 - Ercole, brievemente è questa; che quando alla voce, che dinanzi a queste voci del secondo caso si sta o dee stare, delle quali essa è voce, si danno gli articoli, diate eziandio gli articoli ad esse voci; quando poi...

Bibliographic information